Crea sito

Un Luogo Comune

per non dare nulla per scontato

10 maggio
0Comments

L’ho sempre detto che

Porta Vittoria

Non occorre accendere la luce,

viene dal cortile

opaca sul vetro del bagno.

Mi sanguinano le nocche dal freddo,

c’è buio intorno se ti penso.

A Porta Vittoria un buco immenso,

con le reti e i blocchi di cemento,

tra casa tua e la strada

se passa la 90 è la volta buona che salgo

è la volta buona che torno.

 

2016-04-29 21.54.39

 

 

Scivolavo

Quando ero

piccolo scivolavo

 

20160417_202407

 

 

Il primo ritardo

Il telefono é sporco di sangue,

la bici un vagone più in là,

il primo ritardo che le ho dato,

il primo taglio che mi ha dato.

Quando passa sull’Adda

il treno rallenta

come se fosse un diritto di tutti

guardare giù.

Nelle immagini ho una tua fotografia:

con tanta luce e la camicia

e le lentiggini,

ogni tanto la guardo

per ricordarmi che sei bella

e allontanare il buio,

la paura che crolli il ponte

e l’Adda decida di

 

Via Carnate e neon intermittenti,

a Francesco non importa più

che esistano davvero.

 

non qui

 
No comments

Place your comment

Please fill your data and comment below.
Name
Email
Website
Your comment